Podere l’Agave è a San Vincenzo, Strada San Bartolo, 19  – +390565703171info@poderelagave.com

Siamo proprio nel cuore della Costa degli Etruschi, in Val di Cornia, un luogo privilegiato dove le colline toscane degradano dolcemente fino al mare.

La nostra terra è un angolo di Toscana ancora da scoprire da parte delle grandi folle: un piccolo scrigno disseminato di natura meravigliosa e pezzi di storia antica.

Campi coltivati, oliveti e vigneti si alternano a boschi di castagni, lecci, cerri, querce, frutti selvatici e macchia mediterranea con i caratteristici profumi di corbezzolo, mirto, ginepro e rosmarino. Il microclima presenta estati calde, ma sempre arieggiate e mai umide e, inverni temperati senza neve e ghiaccio, più secchi durante il giorno e più umidi la notte.

Molte sono le cantine tra Castagneto Carducci e Suvereto lungo la strada del vino: la spettacolare cantina di Moretti a Suvereto realizzata recentemente dal famoso architetto Botta fa da contraltare alla semplicità della cantina del Sassicaia del marchese Incisa della Rocchetta a Bolgheri.Tra questi due estremi ci sono una miriade di produttori di vini famosi in tutto il mondo che saremo felici di farvi conoscere: lo storico Grattamacco e i meravigliosi e pluripremiati vini di TUA RITA a Suvereto, ma anche piccoli giovani produttori che meritano senz’altro una visita e un assaggio.
Per i bambini e i ragazzi c’è il parco divertimenti a Donoratico, lo zoo a Cecina, il terrario con le tartarughe a Massa Marittima e due parchi acquatici a Cecina e a Follonica.
È possibile effettuare passeggiate a cavallo sulla spiaggia, nella pineta o sulle colline, gite in bicicletta o a piedi, immersi nella natura e circondati da paesaggi incantatati, sospesi tra colline e mare.

 

Non solo il mare

San Vincenzo è a due passi dalle più belle spiagge della Toscana, ma non c’è solo il mare: per chi vuole fare un viaggio nella storia camminare nel parco archeologico di Populonia significa vedere ciò vedevano che gli antichi Etruschi. I sentieri che si snodano nel bosco brillano per i residui delle scorie di ferro e il mare blu del golfo di Baratti e l’antico borgo di Populonia fanno da quinte naturali. Dolci colline, la campagna attraversata dalla Strada del Vino, boschi, pinete ombrose ed ampie spiagge lambite da un mare cristallino: questa è la nostra terra.
(photo credit: Hermann Hammer)

Per chi vuole allargare il raggio delle escursioni siamo al centro di una vasta zona di grande interesse artistico e culturale, a pochi chilometri, oltre al Parco di Populonia e Baratti trovate il Parco archeominearologico di San Silvestro e SienaVolterraPisaSan GimignanoRoselle e San Galgano (famoso per la leggenda della spada conficcata nella roccia). A breve distanza le terme del Calidario nella vicina Venturina, note per le loro sorgenti di acque sulfuree dove è possibile nuotare nel grande lago o rilassarsi nel percorso benessere.

La nostra terra è ricca di incantevoli borghi ricchi di storia e di parchi raggiungibili in una ventina di minuti di macchina.

(photo credit: Vignaccia76)

Bolgheri

Ci si arriva percorrendo i 5 chilometri del famoso Viale dei Cipressi del Carducci, qui tanti piccoli ristoranti, enoteche, botteghe artigiane. Tra i più famosi l’Enoteca Tognoni per una degustazione oppure sulla strada del Vino l’Osteria Magona e l’Osteria Caccia al piano per una cena a tutta «ciccia»!

Populonia

Nel Golfo di Baratti c’è l’unica città etrusca che si affaccia sul mare. È Populonia, uno dei più importanti centri del mondo antico per la lavorazione ed il commercio del ferro. In cima a una collina circondata dal mare questo borgo ha un fascino indescrivibile.

Dalla necropoli si sale fino a Populonia con i resti dell’acropoli etrusca e romana. Non perdetevi le botteghe artigiane tra cui “il pellaio” che crea sandali fatti a mano e la vista dalla torre medievale! Dal parcheggio del Reciso, per i più avventurosi, attraverso un percorso nel bosco si arriva alla Buca delle fate, una caletta incontaminata dove tutto diventa magia. Si può accedere a questo angolo di costa anche via barca sia per un bagno nel blu (Ormeggio Baratti) che per un’immersione alla scoperta delle bellezze subacquee (Marenea Diving).

Campiglia Marittima

Adagiata su un colle, dal quale domina il mare e la campagna circostante, Campiglia Marittima è uno dei borghi storici più belli della Costa degli Etruschi.
 In questa terra dalle tradizioni antichissime, nel cuore della Val di Cornia, sono presenti suggestive testimonianze della civiltà etrusca, di quella romana e medievale. Oltre al caratteristico centro storico, visitate la Rocca, antico maniero che domina dall’alto la valle. Ad agosto, Campiglia diventa un luogo ancora più magico: con Apriti Borgo tutto il paese si trasforma in un palcoscenico all’aria aperta con giocolieri, mangiafuoco, balletti, musica, spettacoli di magia, fate e folletti.

Il Parco Archeominerario di San Silvestro

Il Parco Archeominerario di San Silvestro a Campiglia Marittima vi trasporta in un mondo magico, passando dalle miniere con un trenino giallo fino a raggiugere a piedi la Rocca di San Silvestro dell’anno mille, avvolti dai profumi della macchia mediterranea. Lo spettacolo finale di questa escursione è una vista straordinaria su tutto l’arcipelago toscano, dall’isola del Giglio alla Gorgona.

Castiglioncello

Antico villaggio etrusco, Castiglioncello domina un piccolo promontorio che è l’ultima propaggine dei monti livornesi. Località turistica di grande prestigio internazionale, “la perla del Tirreno” ha un fascino unico.

Castagneto Carducci

È un piccolo borgo medievale sulla collina alle spalle di Donoratico. Perfetto per un aperitivo o una cena vista mare. Da non perdere i peperoncini di «Peperita» famosi in tutto il mondo! Al Cappellaccio per una pizza extra large oppure al Vecchio Frantoio per una cena con vista.

Piombino

Protesa nel mare, su un promontorio di fronte alle isole dell’Arcipelago Toscano, ricca di storia e di ambienti naturali salvaguardati e protetti, Piombinoè una delle località nella Costa degli Etruschi più ricche di fascino e di bellezze. Da piazza Bovio nei giorni limpidi vi sembrerà di toccare l’isola d’Elba e nel centro storico c’è il museo Archeologico degli Etruschi. Da Mamma Carla per assaggiare il polpo fritto, alla Rocchetta per un pranzo o una cena con vista oppure alla Taverna dei Boncompagni per stare in allegria.

Suvereto

Splendido borgo medievale, le cui origini risalgono a prima dell’anno Mille, incastonato sulle pendici delle colline che dominano il mare e la Costa degli Etruschi, nella verde vallata attraversata dal Cornia, ricco di storia e di arte: Suvereto è un vero gioiello. Tanti i ristoranti e le botteghe artigiane tra cui Diego Daddi che lavora il cuoio. E poi tante sagre: a Novembre e Dicembre la sagra del Cinghiale, grande la festa ad ogni capodanno con «Calici di Stelle», a settembre il paese si trasforma in un parco giochi del passato. Nella campagna circostante, al Giardino dei semplici coltivano piante officinali e aromatiche e producono tisane, liquori, sciroppi. Tra i ristoranti vi ricordiamo «i’ Ciocio» e «Dal Cacini».

Bibbona

Incastonata in un ambiente naturale di rara bellezza, nella valle del fiume Cecina, Bibbona ha il fascino dell’antico borgo medievale, immerso nel verde dei boschi e della campagna. La sua marina attrezzata è meta di un turismo internazionale che ama vacanze rilassanti e ricche di opportunità per gli sport ed il divertimento.

Il Museo Sensoriale e Multimediale del Vino

A Donoratico presso il casone Ugolino c’è il Museo Sensoriale e Multimediale del Vino di Bolgheri e della Costa Toscana. Il percorso storico è accompagnato ed illustrato da sei lezioni tenute dal Prof. Attilio Scienza insieme ai maggiori produttori della zona che raccontano il nostro territorio. Al termine della visita potete scegliere di degustare ed acquistare i migliori vini della zona.